Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Norme editoriali

NORME PER GLI AUTORI DELLA RIVISTA DI PSICOANALISI

1) REQUISITI PER LA PUBBLICABILITÀ

I lavori proposti per la pubblicazione sulla Rivista di Psicoanalisi devono conformarsi, a cura dell’autore, ad alcuni requisiti formali, in assenza dei quali non verranno presi in considerazione. Nel proporre il proprio scritto alla Redazione, l’autore dovrà specificare: a) che si tratta di un lavoro inedito; b) che non viene contemporaneamente proposto ad altre testate; c) che rispetta l’etica professionale e le norme sui diritti d’autore. Gli autori possono specificare a quale sezione della Rivista ritengono che il lavoro possa essere assegnato.

Prima della pubblicazione l’Autore dovrà firmare un modulo sulle garanzie offerte per il rispetto della privacy e per il trasferimento del copyright. Il lavoro pubblicato diviene proprietà della Rivista di Psicoanalisi. L’autore potrà chiedere successivamente di essere autorizzato a ripubblicarlo altrove: «per concessione della Rivista di Psicoanalisi».

Il testo degli articoli deve avere (in italiano, qualora siano tradotti da un’altra lingua) la lunghezza massima di 40.000 battute spazi inclusi, compresi le note a piè di pagina e gli eventuali esergo, ed esclusi sintesi, parole chiave e bibliografia.

Il testo dei lavori proposti per la sezione «Note» deve avere (in italiano, qualora siano tradotti) la lunghezza massima di 18.000 battute spazi inclusi, compresi le note a piè di pagina e gli eventuali esergo, ed esclusi unicamente sintesi, parole chiave e bibliografia.

Deve essere inviata una copia del lavoro per e-mail, in formato Microsoft Word® o, preferibilmente, Rich Text Format (.rtf).

Sia per gli articoli che per i lavori proposti per la sezione «Note», le note a piè di pagina devono comunque essere ridotte al minimo e numerate progressivamente.

Le citazioni, accuratamente controllate, dovranno apparire tra virgolette doppie. I corsivi aggiunti dovranno essere indicati tra parentesi, per esempio: (corsivo aggiunto), (corsivo mio), (sottolineatura mia) ecc. Le citazioni di autori stranieri vanno riportate in italiano utilizzando, se c’è, l’edizione italiana, fatta eccezione per le traduzioni personali che vanno segnalate tra parentesi (trad. mia). Le interpolazioni nel testo citato dovranno essere poste tra parentesi quadre, per esempio: “Egli [S. Freud] intendeva…”. Le omissioni nel testo verranno segnalate nel modo seguente: […].

I riferimenti bibliografici nel testo saranno indicati tra parentesi semplicemente con il cognome dell’autore (e l’iniziale del nome solo in caso di omonimia), seguito dalla data dell’edizione originale e dal numero di pagina nel caso in cui si citino dei passi (per i testi tradotti i numeri di pagina sono riferiti alla traduzione italiana); per esempio: (Freud, 1921, 315) ma (Freud A., 1936, 58). Nel caso di opere coeve: (Hartmann, 1939a, 46), (Hartmann, 1939b, 161). Se gli autori sono due, appariranno entrambi: (Breuer e Freud, 1893-1895, 345). Se sono più di due: (Carloni et al., 1981, 184).

I titoli di libri riportati nel testo saranno posti in corsivo.

I titoli di articoli apparsi in riviste o libri saranno citati tra virgolette doppie. Ad ogni riferimento bibliografico nel testo dovrà corrispondere una voce nella bibliografia finale.

2) BIBLIOGRAFIA

Deve essere posta alla fine del testo e deve contenere solo e tutti i testi citati. La bibliografia va compilata in ordine alfabetico e, per ciascun autore, in ordine cronologico. In caso di più opere di un medesimo autore apparse nello stesso anno esse devono essere differenziate da una lettera (Freud, 1925a) sia nel testo sia nella bibliografia.

La voce bibliografica relativa ad un libro seguirà questo modello:

Musatti C. (1949). Trattato di psicoanalisi. Torino, Boringhieri.

Dei libri stranieri deve essere indicata la traduzione italiana, qualora esista, secondo questo modello:

Bion W.R. (1961). Esperienze nei gruppi ed altri saggi. Roma, Armando, 1971.

Gli articoli pubblicati in volume devono essere indicati come segue: Wittenberg I. (1975). Depressione primaria dell’autismo. In Meltzer D. et al., Esplorazioni sull’autismo. Torino, Boringhieri, 1977.

Gli articoli pubblicati su riviste seguiranno questo modello:

Servadio E. (1977). Il movimento psicoanalitico in Italia. Riv. Psicoanal., 22, 162-168.

Le testate delle riviste vanno citate con le abbreviazioni in uso sulla Rivista di Psicoanalisi (per esempio: Int. J. Psychoanal., Int. Rev. Psychoanal.).

Le opere di Freud devono essere citate nell’edizione italiana Boringhieri (O.S.F.) e nella maniera seguente:

Freud S. (1920). Al di là del principio di piacere. O.S.F., 9.

3) SINTESI E PAROLE CHIAVE

Assieme al testo va inviato anche un riassunto che non deve superare le 130 parole, unitamente alla sua traduzione in inglese e all’indicazione delle parole chiave, in italiano e in inglese. Si richiede altresì la traduzione in inglese del titolo del lavoro.

4) RECENSIONI, CRONACHE

La proposta di cronache e di recensione di libri e riviste deve essere preventivamente concordata con il Redattore incaricato. Le recensioni non dovranno superare le 10.000 battute spazi inclusi.

Gli interventi per la sezione «Cronache», preventivamente concordati con il Redattore incaricato, non dovranno superare le 12.000 battute spazi inclusi.

Tutti i testi inviati sono considerati definitivi, perciò le bozze verranno corrette redazionalmente. I lavori inviati vengono sottoposti in forma anonima a tre componenti del Comitato di Lettura. Al Direttore spetta comunque la decisione finale circa la pubblicazione e sulla eventuale richiesta di modifiche.

GUIDELINES FOR AUTHORS

The Rivista di Psicoanalisi [Review of Psychoanalysis] is published quarterly.

1)     REQUIREMENTS FOR PUBLICATION

It is the responsibility of authors to ensure that papers submitted for publication in the Rivista di Psicoanalisi comply with certain formal requirements, without which they cannot be considered. When submitting his or her work to the Editors, the author must accompany it with a letter in which he/she specifies: a) that the paper is unpublished; b) that it is not being simultaneously submitted elsewhere; c) that it respects professional ethics and standards with regard to author’s rights. Authors may also specify the section of the journal in which they think their work would be best placed.

Before publication the Author must sign a pro forma confirming the transfer of copyright and guaranteeing that steps have been taken to respect privacy. On publication the paper becomes the property of the Rivista di Psicoanalisi. The author may subsequently request authorisation to republish the work elsewhere, “with the permission of the Rivista di Psicoanalisi.”

The text of articles (in Italian, in the case of translations from another language) must be no more than 40.000 characters including spaces, and including footnotes and epigraphs, but excluding abstracts, keywords and bibliography.The text of pieces submitted to the “Notes” section (in Italian, in the case of translations from another language) must be no more than 18.000 characters including spaces, and including footnotes and epigraphs, but excluding abstracts, keywords and bibliography.

A printed copy of the work should be sent, bearing the author’s name and, in an endnote, the author’s address, and a copy should also be emailed in Microsoft Word® format or, preferably, Rich Text Format (RTF).

Both in articles and in shorter pieces submitted for the “Notes” section, footnotes should be kept to a minimum and numbered progressively.

Quotations, carefully checked for accuracy, should appear between double quotation marks. Added italics should be indicated in parentheses: for example, (italics added), (my italics), (my emphasis), etc. Quotations from foreign authors should be rendered in Italian, using the Italian edition where one is available. The author’s own translations should be indicated in parenthesis: (my translation). Interpolations in the quoted text should be placed in square brackets: for example, “He [S. Freud] meant…” Omissions from the text should be indicated in the following way: […].

Bibliographical references in the text should be shown by placing the author’s surname in parentheses (with the first initial only when two authors with the same surname are cited), followed by the date of the first edition and the page number if a passage is quoted. For example, (Freud, 1921, 315) but (Freud A., 1936, 58). In the case of works from the same year: (Hartmann, 1939a, 46), (Hartmann, 1939b, 161). If there are two authors, both should be named: (Breuer and Freud, 1893-1895, 345). If there are more than two: (Carloni et al., 1981, 184).

The titles of books mentioned in the text should appear in italics.

The titles of articles drawn from journals or books should be placed between double quotation marks. Each bibliographical reference in the text should have a corresponding entry in the concluding bibliography.

2) REFERENCES

The bibliography should be placed at the end of the text and should contain only texts referred to. It must be compiled in alphabetical order and, within works by the same author, in chronological order. Where more than one work by an author that appeared in the same year is cited, these must be differentiated with a letter (Freud, 1925a), both in the text and in the bibliography.

The bibliographical entry for a book should take this form: Musatti C. (1949). Trattato di psicoanalisi. Torino, Boringhieri.

Articles published in collections should be indicated as follows: Wittenberg I. (1975). Depressione primaria dell’autismo. In: Meltzer D. et al., Esplorazioni sull’autismo, Torino, Boringhieri, 1977.

Articles published in journals will follow this model: Servadio E. (1977). Il movimento psicoanalitico in Italia. Riv. Psicoanal., 22, 162-168.

The names of journals are to be indicated with the abbreviations used by the Rivista di Psicoanalisi (for example: Int. J. Psycho-Anal., Int. Rev. Psycho-Anal.).

Freud’s works must be cited in the Standard Edition (S. E.) and in the following manner: Freud S. (1920). Beyond the pleasure principle. S. E.,18.

3) ABSTRACTS AND KEYWORDS

A summary of no more than 130 words should also be sent with the text, together with a translation of the summary into English and the keywords noted in Italian and English. The English title of the paper is also required.

4) REVIEWS, NEWS REPORTS

Submission of news items and book reviews should be agreed upon beforehand with the appropriate Editor. News items and book reviews should not exceed 10.000 characters including spaces.

All submissions are considered to be in their final form when received, and proofreading is conducted in-house. After submission, papers are anonymised and distributed to three members of the Editorial Board for their opinions. However, the final decision about publication and any requests for changes rest with the Editor-in-Chief.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.